Una scuola più "intelligente"

All’interno del programma Meet no Neet abbiamo lavorato su due app per rendere la nostra scuola sempre più smart.

PRIMA PROPOSTA
Per la creazione dell’app abbiamo pensato di usare software gratuiti (o in parte a pagamento)

1) Adobe PhoneGap (gratuito ma con parti in più a pagamento)
2) Droid App Builder
3) MIT App Inventor

Una volta scaricata l’app deve esserci l’opzione di scelta fra “Studente di terza media” e “Studente del liceo”. Se viene scelta la prima opzione si può avere accesso solo alla prima sezione, altrimenti è necessario inserire il proprio nome e cognome e la classe di appartenenza (per sincronizzare le sezioni 2, e 3). L’app e il sito, creato, dovranno essere collegati fra loro. Il software che useremo è Cordova e il nome dell'app è "BuonApproti".

Le sezioni dell’app sono ORIENTAMENTO, ORARIO e ARGO
1. ORIENTAMENTO
La sezione consiste in un collegamento al canale YouTube dentro al quale verranno caricati video privati (li potrà vedere solo chi ha accesso all’app) che ritraggono studenti mentre tengono delle lezioni specifiche relative al loro corso di studi.
Linguistico - lezioni in lingua a) Inglese b) Francese c) Spagnola a) Fisica b)
Scienze Scientifico: esperimenti di a) Fisica b)
Scienze Scienze applicate - lezioni di: a) Informatica: - Avvio alla programmazione - Montaggio audio/video - Ritocco foto

2. ORARIO
Questa sezione dovrà contenere - L’orario della propria classe - L’orario dei propri professori - Variazioni giornaliere

3. ARGO
collegamento che manda direttamente alla pagina di accesso del portale del registro elettronico.

COSTI (approssimativi): 25 euro per inserire l’app sul Play Store di Google. Considerando che molto probabilmente per la creazione dell’app viene usato il software Adobe PhoneGap, potrebbe servire l’abbonamento mensile ad Adobe per un costo di circa 10 dollari (circa 9,40 euro) mensili in caso in cui la versione gratuita non soddisfi a pieno le nostre necessità.

 

SECONDA PROPOSTA

Descrizione e Obiettivi

L'idea di questa proposta è stata espansa con un modico aumento dei prezzi, a tutti i laboratori scientifici (biologia, chimica, fisica), tutto ciò in modo da far risparmiare inutili delucidazioni ai tecnici di laboratorio riguardanti dati e costanti di strumenti e materiali didattici e favorire, quindi, le esperienze individuali degli alunni; infatti con un lettore di codice a barre e un monitor per banco essi potranno conoscere le informazioni essenziali di materiali e strumenti senza dover disturbare l'insegnante o il tecnico. I lettori saranno collegati via cavo a un nuovo tipo di computer, un raspberry ossia un processore posto su una scheda dotata di uscite usb, video, internet e audio. Essa sarà collegata direttamente all'alimentazione e avrà una pen drive usb perennemente inserita dove verranno eseguiti sia il sistema operativo (Linux o altri) sia il programma di lettura e confronto dei codici a barre, inoltre vi risiederanno le varie informazioni da visualizzare sul monitor. In questo modo ogni materiale o strumento dei laboratori avrà un codice a barre che verrà rilevato dal lettore, questo, tramite un cavo usb, lo trasmetterà al processore che lo confronterà con quelli presenti in memoria, trovato quello corretto esso invierà i dati presenti nella zona di memoria ad esso correlata, allo schermo mediante l'uscita RCA. Ovviamente andrà studiato sia il raspberry, il sistema operativo e il programma da realizzare, ma riteniamo di poterlo creare senza l'intervento da parte di consulenti esterni alla scuola.

Nike Air max Dominate