I cinque perché

Prosegue la "formazione a distanza ravvicinata" promossa dalla Fondazione Mondo Digitale per creare una comunità di scuole che lavorano insieme.

 

Oggi, alle 11.30, Ana Lain (Innovazione nella scuola) si collega in videoconferenza con il liceo Francesco Redi di Arezzo, guidato dal dirigente scolastico Anselmo Grotti.

 

Nell’aula fisica della scuola, con 120 ragazze e ragazzi, c’è Caterina Romano, docente di Disegno e storia dell’arte.

 

Le due ore condivise sono dedicate agli strumenti per potenziare le capacità di problem solving fino alla simulazione della presentazione di un’idea progettuale.

Diverse le tecniche interattive utilizzate: dall’albero del come e ai 5 perché per l’analisi della causa radice del problema, al piano di sviluppo e alle prove di comunicazione efficace, con la formula del elevator pitch.

 

Nei prossimi giorni scopriremo cosa stanno realizzando le classi aretine per la sfida finale di Meet no Neet, Discovering Talents Fair. 

 

 

Il progetto Meet no Neet, promosso nell’ambito del programma Microsoft YouthSpark, previene e contrasta il fenomeno dei Neet partendo dai banchi di scuola. Prevede formazione tecnologica, sociale e imprenditoriale per permettere a ragazzi e ragazze di accedere più facilmente al mondo del lavoro e acquisire le competenze utili per vivere e lavorare nel 21° secolo.

Womens Footwear Online